Croazia: crocevia tra storia e cultura

Situata nell’estremo sud della penisola Istriana, Pola dista appena 120 km da Trieste e quindi diventa una piacevole meta sia per un weekend sia per una vacanza. Non a caso avendo a disposizione qualche giorno in più, nelle immediate vicinanze si trovano il Parco Nazionale delle Isole Brioni (10km), Rovigno (20km), Medulin(8km) e le terme di Santo Stefano (Istarske Toplice).

images (1)

La città è divisa in sedici comitati locali con relativi rioni ed è il centro culturale della regione ospitando biblioteche ma soprattutto il Museo Storico dell’Istria e il Museo Archeologico dell’Istria. Facilmente raggiungibile sia con l’aereo grazie al vicino aeroporto sia con il camper vista la vicinanza con la statale D21 che la collega alla Slovenia, le sue origini sono collegate al mito degli Argonauti che sfuggendo ai Colchidi fondarono un insediamento chiamato Polai, ma venne eretta dai romani intorno al quarantasei a.C. come Pietas Iulia. Molto importante il suo ruolo come base delle campagne militari di Ottaviano contro gli Illiri (35-33 a.C.) ed assunse la forma urbanistica a castelliere nell’età di Augusto (strade concentriche attorno al colle con clivi a raggiera) durante la quale conobbe un periodo di grande sviluppo.

download (2)

Non è quindi difficile passeggiare tra la “storia” a Pula. I numerosi monumenti della città che risalgono quasi tutti all’epoca imperiale romana (dal primo al terzo secolo d.C.) in cui la città disponeva di un sistema idrico, un forum che era centro amministrativo, religioso e commerciale, ne sono l’esempio insieme ai due teatri. Vi segnaliamo da visitare, partendo dalla piazza principale (piazza Foro), il tempio di Augusto che ospita una mostra di sculture in pietra, il palazzo municipale ultimato nel 1296, la chiesa e il convento francescani costruiti nel tredicesimo secolo. Salendo da Via Castrapola lungo una scalinata si arriva alla Fortezza Veneta (XVII secolo) che ospita il museo storico d’Istria.

IMAG2100

Passeggiando lungo le strade lastricate da pietre rese lucide dall’uso, si passa dalla Cattedrale risalente al IV secolo e incendiata dai veneziani nel 1242, alla Chiesa di San Nicola costruita con pietre calcaree, fino ad arrivare ai piedi del simbolo della città: l’Anfiteatro romano.

IMAG2101

Ricchissimi sono gli appuntamenti fissi sia nella stagione invernale sia in quella estiva. Ad esempio nel mese di giugno a Pola si tengono le giornate dell’antichità di Pola con apertura nell’anfiteatro e manifestazioni nel centro storico di Pola con rappresentazioni della vita quotidiana degli antichi Romani, spettacoli di sport antichi e lotte di gladiatori e manifestazioni di moda e gastronomia a tema. (Per maggiori informazioni: http://www.pulainfo.hr/it/).

download (1)

IMAG2442_1

Per chi decide di vivere la città con il proprio camper, vi ricordiamo che il Croazia non è ammesso il campeggio “libero”, quindi occorre individuare una struttura idonea. Anche in questo caso la scelta offerta da Pula è molto ricca, ma su tutte le strutture presenti, ci sentiamo di indicare il camping Stoja (http://www.arenacamps.com/destination_info/pula) perché il primis è quello posizionato più comodo per raggiungere la città (un autobus con capolinea nella piazza antistante la reception dove acquistare i biglietti, impiega 5 minuti oppure 10 minuti di pista ciclabile e si è in centro città)  poi è in grado di offrire bungalow molto comodi in riva al mare e spazi vivibili (ampiezza delle piazzole, pulizia dei servizi igienici) davvero superiori alla media. Completo di tutti i servizi come il Wifi, il ristorante e il camper-service, si specchia in un piccola baia con una spiaggia di scogli e di sassi attrezzata anche per più piccoli.

IMAG2112

A questo punto non resta che girare la chiave accendere il motore e passeggiare tra la storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *