Natale nel Salento

Se pensate che il Salento sia ideale sono per l’estate, provata a trascorrete le prossime festività e cambierete idea.

Iniziamo con Scorrano che si “Illumina”, sino all’8 Gennaio. Il paese accoglierà turisti e visitatori in un clima natalizio allietato da musiche, colori e sapori tipici della nostra tradizione e del nostro Natale.  Il cuore è Piazza Vittorio Emanuele dove troverete, la copertura della maestosa pista di ghiaccio alla quale fanno cornice le luminarie attrezzate per le accensioni musicali.

A pochi chilometri , a Salice Salentino, trovere il Villaggio di Babbo Natale ed entrerete in un mondo di magia, dove i sogni prendono realtà respirando solo fantastica aria natalizia. All’ingresso della casa, accanto ad un leggio con la storia di Babbo Natale e alcune simpatiche curiosità troverete l’Elfo Cavaliere che vi addentrerà nella casa. Una volta entrati vedrete svettare, un albero di natale e i regali che Babbo Natale ha preparato per i suoi elfi e renne. Di fronte ad esso ecco presente l’Elfo Segretario e cantastorie di Babbo Natale dietro la sua scrivania dell’infopoint pronto a fornirvi orari e delucidazioni sul parco e sulla casa.

Le prime attrazioni che vi si pareranno davanti saranno le magiche luci di Natale, il tutto accompagnato da bellissime musiche natalizie in filodiffusione. Si prosegue nel viale principale, illuminato a festa, per arrivare nella “Fattoria incantata dell’elfo invisibile” che solo chi crede nei sogni può riuscire a vedere e chissà se anche a catturarlo, ma attenti con lui ci saranno oche dalle uova d’oro e altri animaletti fiabeschi tutti da scoprire.

Proseguite il percorso facendo queste tappe:

– La fabbrica dei regali dove gli Elfi operai saranno indaffarati ad aggiustare e creare gli oggetti dei sogni dei bambini e non esistenti nei comuni negozi, in una perfetta catena di montaggio,tra rulli,carta modelli,trapani,martelli e macchinari strani e curiosi;

– L’ufficio di Babbo Natale dove lui legge le letterine,decide chi va perdonato, chi va premiato e chi invece riceverà pochi regali per esser stato monello, vedrete un ufficio arredato con una maxi libreria e la sua enorme collezione privata di fiabe e dei personaggi magici del mondo dei cartoni animati,la sua scrivania, le penne fatate, e i sacchi delle lettere da leggere;

– Il Salone di Babbo Natale dove troverete un caldo caminetto, quadri, la sua imponente poltrona, mobilia antica e preziosi tappeti, ma soprattutto incontrerete LUI in persona accompagnato da i suoi 2 elfi più fidati e dall’Elfo Fotografo pronto ad immortalare il magico momento dell’incontro;La camera da letto di Babbo Natale con il suo lettone, la scrivania, il pc, le foto, i tappeti, i libri della buonanotte e la tv magica;

– La cucina di Babbo Natale dove l’Elfo Cuoco è indaffarato a preparare i biscotti e i tarallini preferiti di Babbo Natale e pensate un pò, potrete assaggiarne tutti;

– La posta Polo Express, qui gli Elfi postini dividono in sacchi con le varie nazioni le letterine e poi le inseriscono nel mega macchinario magico alle loro spalle che le farà arrivare nell’ufficio di Babbo Natale, ma attenzione, il macchinario è diviso in buoni e cattivi, dove finirà la vostra letterina?

Si esce dalla Casa e naturalmente per tutti saranno possibile visitare il “Salento in Miniatura” in una fantastica cornice natalizia con mini luminarie e mini addobbi che coloreranno a festa tutto il percorso che ricrea le meraviglie del nostro bellissimo Salento.

Dopo aver lasciato Babbo Natale, dirigetevi al Castello di Gallipoli, per la 3ª edizione di Presepi d’autore che dura sino al 15 . Saranno una quindicina le opere provenienti dal Museo della Ceramica di Grottaglie, in provincia di Taranto da ammirare. Sarà l’incontro tra culture e tradizioni attraverso l’esposizione delle opere premiate nell’ambito della “Mostra del Presepe”, rassegna trentennale dedicata all’arte del presepe in ceramica. E per festeggiare il sodalizio con la storica città dei ceramisti, quest’anno si potrà ammirare anche il prezioso Presepe Monumentale di Grottaglie. La mostra sarà aperta tutti i giorni (chiusa il lunedì tranne il 26 dicembre) dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.

L’occasione sarà anche utile per conoscere attraverso un percorso il Castello di Gallipoli che mira a ricostruire la storia della città e dell’antico maniero. Il castello si erge all’ingresso del borgo antico di Gallipoli, città da sempre fortificata e, per la sua posizione strategica, contesa. È circondato quasi completamente dal mare. Ha pianta quadrata con torrioni angolari, di cui uno poligonale.

Orari: dicembre e gennaio 10-13 / 15-17. Chiuso il lunedì tranne il 26 dicembre

Ingresso: intero 5 euro – ridotto 3 euro (6-14 anni, oltre 65 anni, scolaresche, diversamente abili e relativi accompagnatori, gruppi superiori a 20 unità)

Info e prenotazioni info@castellogallipoli.it

credits: www.lecceprima.it

Dove sostare:

 Agricampeggio: Zio Zac Marina di Salve – Ungento: vi tufferete in un luogo magico, dove i vostri bimbi incontreranno tanti animali: cavalli, oche, caprette, conigli, anatre, asinelli, maialini d’India e persino due lama. La struttura dispone oltre che di servizi, anche di camere, piscina (l’uso estivo) e di un piccolo ristorante. Immersi negli ulivi, vi sentire come a casa!

Area Sosta: La sosta – Gallipoli . Area attrezzata con videosorveglianza e custode, dotata di tutti i servizi per camperisti, quali panchine, raccolta rifiuti, illuminazione, pozzetto per lo scarico di acque grigie e nere e per il carico dell’acqua potabile, servizi igienici, barbecue, tavoli per pic-nic nella pineta, wi-fi ed altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *