Le 10 cose da portare in campeggio

Non so voi, ma ogni volta che parto per una vacanza, breve o lunga che sia, dimentico sempre qualcosa che può servirmi in campeggio.

Vi suggerisco 10 punti che sono frutto della mia esperienza, per vivere la vacanza in campeggio nel modo migliore.

  1. Kit del pronto soccorso: prima regola fondamentale “siete all’aria aperta a contatto con la natura”. Quindi nella cassetta di pronto soccorso non devono assolutamente mancare:
  • Cerotti di misure differenti
  • Disinfettante
  • Pomata pre o post puntura insetti
  • Cotone
  • Pomata per piccoli traumi o dolori
  • Aspirina/ Tachipirina
  • Pomata scottature (sia estive sia invernali)
  • Fermenti lattici

2. Giochi di gruppo: Che siate in veranda in tenda o in caravan, non c’è un modo migliore per rilassarsi o per sorridere con nuovi amici avendo a disposizione un mazzo di carte. Costano poco e soprattutto occupano poco spazio. Se poi volete strafare allora un gioco da tavolo per qualche giornata di pioggia è l’ideale.

3. Torcia: cambiare una bombola del gas al buio, andare al bagno di notte in campeggio, rientrare di sera dopo una pizza, una camminata romantica al chiaro di luna sulla spiaggia o in un bosco, sono solo alcuni dei casi in cui una torcia è fondamentale. Ah non dimenticate le “pile” per farla funzionare!

4.Picchetti: sono un evergreen per chi fa campeggio. Un po’ come nel guardaroba, la camicia bianca per noi ometti o il
tubino nero per le fanciulle. Non importa che sia tenda, caravan, carrello a tenda o camper, una busta di “picchetti”, va portato sempre.

5. Corda: gli usi di una corda in campeggio sono infiniti: per sistemare meglio il telo della tenda, della veranda oppure per usarla tra due alberi come filo da stendere. Unica attenzione e non dimenticarla in piazzola al momento della partenza.

6. Scarpe da trekking: può sembrare stupido, ma in campeggio non sono indispensabili le scarpe da ginnastica, quelle lasciatele per la palestra. Qui in mezzo alla natura, percorsi nei boschi oppure in pinete alle spalle di spiagge, servono le scarpe da trekking estive.

7. Telo di plastica: come la corda, gli usi sono infiniti. Sotto la tenda per preservare meglio il fondo ed isolarsi dall’umidità. Sopra alla tenda durante un improvviso acquazzone. In veranda per terra per non portare troppo sporco dentro alla caravan e infine durante il viaggio per coprire oggetti caricati sul portapacchi.

8. Fiammiferi o accendino: poiché non tutti abbiamo letto il “Manuale delle Giovani Marmotte”, né siamo dei Mc Gyver mancati, il fuoco della grigliata, come il gas nella cucina, si accendono con i fiammiferi o l’accendino. E non dimenticate di acquistare i fiammiferi impermeabili in modo che non temano acqua o umidità.

9. Prodotto per gli insetti: ragni, formiche e altri insetti saranno i vostri compagni e non sempre graditi. Pensate la dispensa che diventa il supermarket di una colonia di formiche, quindi non dimenticate un prodotto che tenga lontani le mosche, le zanzare e altri insetti.

10. L’ultimo punto è fondamentale per vivere il campeggio nel suo spirito migliore è la voglia di non sottostare a regole e imposizioni della vita quotidiana. In una parola: libertà.

Credits: http://yarighidone.blogspot.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *