Chi ha paura del “freddo”?

Alzi la mano chi non ha pensato, almeno una volta,  che una bombola di gas sia pericolosa e pesi troppo.

Oppure sia rimasto a secco perché non si è accorti di aver esaurito il gas o ancora per scaldarsi si usa una stufa, ma per cucinare un fornello. Ecco da oggi scordate tutto questo. La Beyfin, azienda italiana, presenta una bombola in vetroresina, con un’appendice che diventa stufa o fornello in un semplice movimento.

 Con la bombola di Beyfin tutti i tradizionali problemi non sussistono, perchè in luogo del ferro c’è un materiale composito e la vetroresina, che significa 14 kg di peso contro i 22 del ferro, una maggiore resistenza agli urti, alla pressione e la possibilità di vedere il quantitativo di gas residuo. Le fibre che compongono la bombola, capaci di sostenere una pressione interna 30 volte superiore a quella esercitata internamente dal propano, la rendono più resistente agli urti e capace di prevenire la degradazione nel tempo a causa dei fattori climatici. Insomma, Bbox, questo è il nome della bombola, non arrugginisce né si deteriora, il che significa che non lascerà macchiata la superficie d’appoggio. Numerosi sono stati i test eseguiti da laboratori indipendenti e da organismi ministeriali e tutti hanno dimostrato che, se attaccato dal fuoco, il contenitore reagisce con una combustione controllata escludendo il rischio di esplosione. Gli utilizzi di questo contenitore sono gli stessi della bombola in acciaio: edilizia, nautica, campeggio, banchetti e ricevimenti sono solo alcuni esempio. I vantaggi non trascurabili di leggerezza, trasparenza,resistenza e sicurezza sono tangibili a chiunque si fermi nello stand. Sopra la bombola è possibile installare il dualB una prolunga posizionata, che ha due braccetti laterali reclinabili e che permettono di avere stufa e fornello con pochi semplici gesti. In pratica poi la prima stufa che diventa fornello. Per acquistare la bombola o il dualB, basta consultare il SITO e trovare il rivenditore più comodo.

Salone del Camper padiglione 6 (parte terza) Elnagh e Mc Louis

alim0759Se c’è un marchio che rappresenta al meglio il primo approccio al camper è Elnagh. Non tanto per la storia che di per sè è gia un ottimo biglietto da visita, ma per il fatto che ha sempre prodotto prima caravan e ora camper con prezzi popolari e piante popolari. Potrei dire in termini giuridici “prodotti fatti secondo la diligenza del buon padre di famiglia”. Anche per i prodotti presentati a Parma, la filosofia è rimasta la stessa.

alim0746Con una lunghezza di 6,66 metri il T-loft 400 offre tutto il necessario in formato maxi: garage, toilette, cucina e living sono a prova di casa. Saliti a bordo la dinette a destra ospita tranquillamente 6 persone adulte, mentre a sinistra di sviluppa la cucina a L: un vero gioiello  di razionalità con ripiani a scomparsa, cestelli estraibili e tanti cassetti. Alle spalle in maxi frigo e poi si accede attraverso una porta al vano toilette che manco a dirlo ha doccia separata e un enorme armadio. Il tutto ad un prezzo di circa 53.000 euro.

alim0772Fratellino minore per prezzo e ingombri il Baron 54, offre la classica piana di successo con garage posteriore, una dinette per 4 adulti, un vano toilette con lavandino traslabile per facilitare il vano doccia e un matrimoniale posteriore regolabile in altezza.

Chiude la visita nello stand Elnagh i nuovi motorhome I Loft, molto aggressivi nella linea esterna  e curati all’interno. alim0758Personalmente ho scelto di salire sulla versione ILoft 530 che è un veicolo dedicato alla coppia esigente in fatto di spazio e dotazioni. Si tratta di un veicolo lungo 7,40 metri con due letti gemelli posteriori che se uniti si trasformano in un kingsize. Il garage sottostante è ideale per scooter o biciclette elettriche e possiede due accessi laterali. All’interno nella zona anteriore si trova il living con una dinette adatta a 6 adulti e nella zona centrale il locale toilette e la cucina. Superfluo dirvi che sia la cucina sia il bagno hanno dotazioni e misure “casalinghe”.

Quando si presentò sul mercato la Mc Louis, fu considerata la cenerentola dei costruttori, un po’ il brutto anatroccolo che non sarebbe mai diventato cigno. E invece…Oggi il marchio ha tutte e tre le tipologie di Veicoli Ricreazionali in listino e addirittura due versioni di Motorhome. Il punto di forza resta l’ottimo rapporto prezzo-qualità. Ho volutamente scelto tre modelli che rappresentano bene la produzione Mc Luois. alim0782Semintegrale MC 4 74G e Motorhome Nevis 68 propongolo la stessa pianta: Veicoli oltre sette metri con letto centrale posteriore, locale toilette indipendente dalla doccia e soprattutto separabile dalla zona cucina e living che si trova al centro. Quest’ultima a forma di L garantisce ottima versatilità d’uso e ovviamente è dotata di una maxi frigo con congelatore separato. Anteriormente non può mancare una maxi dinette adatta a 6 persone sovrastata da un letto basculante. In tale modo non è difficile capire che si creano due zone notte ben separate garantendo una privacy inusuale. alim0790Si differenziano per la vivibilità nella parte anteriore che solo un motorhome è in grado di offrire, negli arredi e nei rivestimenti. Più conservatore il motorhome con tonalità scure, più frizzate in semintegrale. Chiude la visita nello stand il mansardato  Twid nella versione 22, che è dichiaratamente votato alla famiglia. alim0803La maggiore originalità è nella parte posteriore dove i letti a castello sono anticipati da un piccola dinette, dedicata proprio ai ragazzi e che separata crea una “stanza” dedicata a loro. Al centro l’ampia toilette fronteggiata dalla cucina, per giungere alla dinette e mansarda che ovviamente è sollevabile per poter agevolare il passaggio in cabina.

 

Salone del Camper padiglione 6 (parte seconda): Dethleffs, Pilote, Bavaria

img_20160912_102201Dethleffs è il marchio che ho visitato lasciandomi trasportare dai miei ricordi di infanzia: la caravan. Identificata con la lettera C declinata nelle versioni GO e Trend esposte, la caravan per questo marchio rappresenta una grossa fetta della propria produzione. Basta vedere le numerose varianti proposte. img_20160912_102246GO è la versione su cui mi sono avvicinato per primo. Si tratta di una caravan dedicata alla famiglia in cui sono ben definiti gli spazi. Un letto a castello in coda con gavone trasformabile, dinette centrale con la cucina e frigo domestico e in testa un generoso e regolare letto matrimoniale. In una parola “razionalità”.

img_20160912_102333C’Trend invece colpisce per la colorazione e predilige un letto alla francese con ambia toilette separata al lato, in testa alla caravan. In tal modo il letto a castello finisce in coda e restano dinette e cucina confermati al centro.

  Per quanto riguarda i semintegrali il T6 alto appena 2,81 e lungo 6,96 conferma la pianta collaudatissima dei due letti gemelli in coda (trasformabili in maxi misura), servizi al centro e dinette anteriore. img_20160912_103003Accattivante nella colorazione esterna, non è da meno all’interno per arredi e mobili. Innovativa la possibilità di trasformare la porta a soffietto del bagno come porta divisoria di due ambienti. img_20160912_102824Differente filosofia di vita per il Trend T 6767 che presenta la nuova pianta con garage molto comodo e ampio in coda sottostante l’armadio che è condiviso nell’ampissimo bagno. Vi preannuncio che questa pianta sarà presente in molti marchi con misure inferiori ai 7 metri e altezza da 3 metri. I vantaggi sono la dinette che è enorme, in questo caso si mangia comodamente in otto persone adulte, una cucina ad L abbinata ad un maxi frigo con cestello vano frutta e congelatore e il bagno in coda che tranquillamente si può paragonare a quelli di molte abitazioni.img_20160912_103133 A coronare tale abbondanza l’armadio, che lo definirei una cabina, ben suddivisa, attrezzata e con cassetti. All’appello manca il letto che per questa pianta è posizionato sopra la dinette. Non a tutti convince questa soluzione di avere un meccanismo elettrico di comando del letto, ma certamente fa guadagnare molto spazio in termini di vivibilità. Un’unica pecca, che sul questo Dethleffs non è presente: quando abbassate il letto fate attenzione che non ostruisca la porta di accesso del camper. img_20160912_103333L’ultimo veicolo visitato è il 4Travel che grazie alle sue linee e colorazioni esterne, trasmette subito un senso di esclusività e eleganza. Si tratta di un veicolo lungo 7,49 metri dedicato a chi è molto esigente in fatto di spazio, una coppia matura che viva in turismo itinerante senza rinunciare a nulla. Persino gli ospiti possono dormire un un maxi letto posizionato sopra la dinette che invece di essere trasversale alla lunghezza del camper è posizionato longitudinalmente. Dinette come i servizi sono molto generosi nello spazio disponibile e estremamente curati nella realizzazione.

Eccovi alcune foto con le caratteristiche tecniche:

img_20160912_104144Lasciato Dethfless, vengo catturato dal prezzo scritto sul parabrezza di un motorhomme: 67.000 euro. Tanto è necessario per accedere nella firma Pilote con la versione G740 in allestimento Essentiel. Un motorhome con letti gemelli in coda, la porta della toilette che diventa quella con cui si divide la zona notte da quella giorno e sopratutto un ambiente chiaro e luminoso.. img_20160912_104257La cucina è molto ben dimensionata a forma di L dove il lavello e il gas assumono dimensioni domestiche. Un plauso va fatto anche ai progettisti che sono riusciti a sfruttare lo spazio nel minimo dettaglio: pozzetti sparsi nel doppio, pavimento vani e armadi sotto i due letti, una scarpiera appena entrati sulla destra dentro la cassapanca che ha un’apertura anche laterali, proprio per facilitale la sistemazione delle scarpe e molte soluzioni intelligenti in cucina. Poco distante dal motorhome, salgo sul semintegrale P706 che presenta una dinette ideale per cinque persone, un cucina ad L e poi in coda il letto centrale basculante.img_20160912_104551 Il tutto in meno di sette metri di lunghezza. La zona notte è suddivisa da un lato la doccia ampia e ben attrezzata e di fronte chiuso con una porta il vano toilette. Questa porta se aperta assume anche la funzione di dividere il living e cucina dalla camera da letto. La cucina è ricca di piccole sorprese, come vani dimensionali per i piccoli barattoli delle spezie, o un tagliere incorporato nel vano e scompare nel top e tanti ampi cassetti per pentole e piatti. img_20160912_104927Il terzo veicolo è il semintegrale compatto G600, un sei metri nella pianta più classica di letto trasversale posteriore con garage sottostante, servizi al centro e dinette anteriore.  Anche in questo caso la differenza sta nel dettaglio e nel bilanciamento corretto degli spazi esterni e interni del veicolo. Il garage oltre a presentare doppie porte di ingresso, un lato è attrezzato per riporre piccoli bagagli dedicati al tempo libero. Notevole infine per tutti i modelli la scelta di tessuti, dei rivestimenti e del legno per gli arredi.

img_20160912_105720Adiacente al mondo Pilote, c’è il marchio Bavaria che espone il primo di molti furgonati che troveremo in fiera. E’ il modello V600 G che presenta il matrimoniale in coda, servizi centrali e dinette anteriore. Le carte vincenti sono le soluzioni per premiare lo spazio a bordo come ad esempio la porta scorrevole del bagno e il lavello all’interno anch’esso scorrevole, il frigo posizionato alto e il piano di appoggio della cucina a scomparsa

 

Navigatore pensato per il Camper e la Caravan

E’ pensato espressamente per il Camper e la Caravan o meglio per chi si trova a dover affrontare ponti o strade troppo strette, sottopassi troppo bassi oppure semplicemente con divieti oltre una certa lunghezza.

Leggi tutto “Navigatore pensato per il Camper e la Caravan”