Incitement Italy: quando condividere vuol dire crescere

Avete mai sentito parlare dei sognatori, dei pionieri, di chi non si arrende, degli anticonformisti, di quelli che vanno controcorrente? Ecco si chiamano Inciter.

Chi sono? Sono i componenti di un movimento mondiale che si identifica con il nome di Incitement. Ho avuto modo di incontrarli e di essere invitato alla loro convention nazionale svoltasi il 14 maggio al Pala Congressi di Rimini. Nelle prossime righe vi racconto come e dove è nato il movimento, quali obiettivi ha e come si sviluppa. Inoltre durante l’evento ho potuto intervistare Zikry Kholil co-founder di INcitement Global Movement, una vera esplosione di energia e simpatia.

13244796_637744326373133_6820942901446650815_nIncitement Italy nasce dai due fondatori Lorenzo Oliveri e Diletta Marabini ed aiuta a realizzare i propri talenti, innovando l’educazione di giovani imprenditori e aspiranti tali. Il mezzo utilizzato è l’organizzazione di eventi, in cui si condividono le più importanti esperienze di successo tra i giovani italiani ed internazionali. L’obiettivo è quindi quello di innescare il cambiamento nella società di diffondere positività, attraverso 3 punti fondamentali: Divertimento, Contributo e Crescita.

Crescere attraverso la condivisione, al fine di realizzare un’opera divertente. In fondo se ci pensiamo bene, raggiungere l’obiettivo di realizzarsi professionalmente o personalmente, parte proprio dalla condivisione della propria idea, del proprio sogno e dall’ascoltare chi ha raggiunto quel traguardo. Il segreto dell’immortalità di un’opera è nel divertimento che essa sprigiona e regala sia a noi stessi sia a chi sta intorno a noi. Non fermarsi alla frase “si è sempre fatto così” oppure “non c’è alternativa”, sono alcuni dei motti che questa tribù mondiale combatte. Una comunità diffusa su 4 continenti e 37 Paesi, di giovani imprenditori, studenti, infomarketer, creativi, nerd, artigiani, appassionati di crescita personale e formatori. Fondata l’11 Novembre 2011 da Daniel de Gruijter e Zikry Kholil, è iniziata come una piattaforma per colleghi di lavoro con cui condividere le loro idee. Proprio Zikry Kholil ci spiega che “…Incitement incoraggia le persone a condividere positività attraverso: visioni, obiettivi, conoscenze e storie di giovani di grande successo in questo periodo storico. E’ un movimento globale che invita tutti coloro che hanno qualcosa da condividere ad “alzarsi” e proporlo alla società in cui si vive … Solo partendo dalla base, dai bisogni delle persone si può ottenere una società più giusta e più evoluta, perché il vero potere decisionale del futuro non è nei governi, ma negli individui”

Se anche tu ti senti un Inciter o vuoi essere contagiato dall’energia e dalle parole di chi “è riuscito a fare il salto”, puoi trovare maggiori informazioni sul blog italiano: www.incitementitaly.it/blog il sito internazionale:www.theincitement.com o sul gruppo d’azione Facebook: https://www.facebook.com/groups/IncitersGruppoAzione/

 

Un commento su “Incitement Italy: quando condividere vuol dire crescere”

Rispondi a Alessandro Maiorana Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *