Terracina, tra arte, cultura e storia

Il cuore storico di Terracina (LT). Un weekend per ripercorrere due mila anni di storia.

Se c’è una cosa che amo terribilmente del mio nuovo lavoro e scoprire di persona quelle località, luoghi che hai sempre sentito parlare, ma non li hai mai visitati. Terracina è una di queste.Una delle località più conosciute del litorale laziale e anche quella che possiede il maggior numero di monumenti di interesse storico e archeologico.  Un posto dove l’arte e la storia si specchiano nel mare. Tra tutte le località del litorale sud laziale, è lei la più frequentata e gettonata durante il periodo estivo. E’ amata non solo per le sue lunghe e attrezzate spiagge, ma anche per il patrimonio architettonico e storico. Seguitemi nelle prossime righe

Cosa Visitare e Cosa Vedere

La cittadina si sviluppa su due livelli: la parte bassa lungo la costa che è quella dedicata alla shopping, alla movida e al turismo da mare e la parte alta della città  dove le origini partono dall’impero romano fino al periodo medievale. L’amplissima e scenografica Piazza del Municipio merita la prima tappa. Ricalca esattamente l’area dell’antico Foro Emiliano, di cui conserva quasi intatta la pavimentazione a grandi lastre, nonché addirittura un tratto della Via Appia. Sulle grandi pietre, sono ben visibili numerose incisioni, quali, ad esempio, lettere romane, figure geometriche e strani disegni corrosi dal tempo. Restando nella parte alta di Terracina vi consiglio di vedere i resti del Foro Emiliano, cuore dell’antico nucleo urbano e quelli del tempio in stile tuscanico chiamato “Capitolium Romano”. Spostatevi di qualche passo e sarete catturati dalla cattedrale di San Cesareo o meglio conosciuta come il Duomo di TerracinaRisalente tra il V e il VI secolo, subì vari restauri e modifiche come la riduzione tra 5 a 3 navate e il soffitto ricostruito nel ‘700. Continuando a restare nella zona alta, vi consiglio di  camminare tra le vie e fermarvi a vedere il possente Castello di Frangipane posto a guardia della città, il Palazzo vescovile risalente all’epoca carolingia, il trecentesco palazzo Venditti e il palazzo Braschi, futura sede papale, costruito per volere del nipote del papa Pio VI tra il 1787 e il 1795. Se avete fatto questo percorso sarete arrivati al tramonto. Lasciate il cuore storico, volgere lo sguardo in alto e vedrete una delle icone più rappresentative del litorale: il Tempio di Giove.  Vero simbolo di Terracina è situato sulla vetta del Monte Sant’Angelo in una posizione spettacolare che al tramonto regala meravigliosi panorami mozzafiato sulla Riviera di Ulisse, sul Circeo e sulle Isole Pontine. 

Per maggiori informazioni:  www.comune.terracina.lt.it

Dove fermarsi con il camper:

Royal Sporting Club a 3 km dal centro di Terracina (LT) è aperta tutto l’anno, ha spazio per 20 camper anche taglia XL, è completa di servizi per la sosta e dispone di una navetta gratuita per il mare e per la cittadina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *