Caravan Park Sexten: non chiamatelo campeggio

Pluripremiato e acclamato dalle principali testate di turismo, il Caravan Park Sexten rappresenta il punto di arrivo in fatto di ospitalità, organizzazione e qualità per chi ama la vacanza open air. Seguitemi per scoprire di più

Per chi come me vive il campeggio dagli anni 70, ricorda bene quando i campeggi erano popolati da tende e qualche caravan e camper. I tempi cambiano, le mode e il costume si evolvono e così anche l’idea del campeggio semplice e spartano. Fatta questa dovuta premessa , ho deciso di trascorrere quattro giorni in una delle strutture più apprezzate dal pubblico e più premiate dalla stampa, il Caravan Park Sexten. Mi trovo in Alta Pusteria, a Sesto, circondato da boschi, ruscelli e dalle cime delle Dolomiti. Un posto dove far pulizia dello smog che si deposita nei polmoni, dove svegliarsi con gli uccellini e dove digerire dopo cena, con una passeggiata nel bosco. Il profumo che sentite in veranda è quello della resina dei pini, della legna tagliata o semplicemente di un fioritura particolare. Ma c’è un particolare che non ti aspetti: questo paradiso naturale è estremamente ricco di comodità e confort. Iniziamo dalla piazzola che è possibile scegliere tra 3 tipologie: una serie di servizi dedicati alla sosta invernale e estiva come l’allacciamento alla corrente elettrica 220 Volt/16 Ampere, gas e TV, WiFi, carico acqua potabile e scarico acque tutto l’anno. Se poi si va ai bagni, si ha il dubbio se si è in una SPA privata oppure effettivamente nel bagno del campeggio. Addirittura si può avere un bagno privato dotato di vasca da bagno Whirlpool, Doccia emozionale e armadio per vestiti. E’ qui capisci che il termine “campeggio” sta stretto al Caravan Park Sexten perchè ogni dettaglio è curato in modo maniacale. Lascio il camper e decido di girare, come facevo da piccolino, per conoscere i vicini e il campeggio. C’è veramente un mondo di servizi dedicati a chi vive la vacanza sia in camper, caravan, tenda o in moto o in auto. Bungalow in legno e chalet eco-sostenibili realizzati in perfetto stile sud tirolese, Case sull’albero complete di sauna e vasca idromassaggio, hotel con camere e suite e poi il grandissimo e meraviglioso Centro Benessere. Non vi descrivo tutti i servizi, ma sappiate che dopo essermi fatto una nuotata in un piscina con il fondo di pietre locali, mi sono asciugato vicino ad un camino a bordo vasca. Arrivata la sera ho scelto la Taverna  dove ho mangiato degli ottimi Canederli allo speck e il Gulash. E dopo cena?…Ho passeggiato nel bosco proprio adiacente al campeggio e che nel periodo invernale diventa la pista da sci da fondo. Ragazzi, arrivato in camper ho dormito come un ghiro. I giorni successivi? Intanto il Caravan Park Sexten sorge nel cuore dell’Alta Pusteria e quindi le Tre Cime di Lavaredo, il Lago di Misurina e di Braies sono state le mie destinazioni e al ritorno il relax al centro benessere. Inoltre non ho potuto almeno provare una sera a cena nel ristorante Patzenfeld, in un ambiente molto più esclusivo della Taverna e con piatti più ricercati.  Quattro giorni sono davvero pochi, ma sufficienti per capire di tornarci in ogni stagione almeno una volta all’anno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *