Chiese arroccate in luoghi spettacolari

Cinque chiese costruite nella o sulla roccia che vi suggerisco di visitare. Luoghi non proprio raggiungibili facilmente, ma di una bellezza unica e che meritano un paio di scarpe comode.

Metti una chiesta su una vetta delle montagne in Val d’Aosta, a strapiombo sul mare in Sicilia o nel sottosuolo e metti il caso che per ognuna ti indico anche il posto dove sostare con il camper, la carvan o la tenda.  Che fai sei ancora li a chiederti se proseguire a leggere l’articolo? Seguitemi.

Piemonte: Sacra di San Michele Sant’Ambrogio (TO). Personalmente rappresenta un pezzo della mia adolescenza: il balcone su Torino. La Sacra non è il primo santuario in onore del principe degli angeli fedeli a Dio, perchè il più antico è quello del Gargano a Monte Sant’Angelo, il più famoso quello sulla costa della Normandia il Mont-Saint-Michel au péril de la mer, ma è questo è sicuramente il più spettacolare.

Abbarbicata sul monte Monte Pirchiriano, all’imbocco della Val di Susa a due passipassi dalla Francia è stata realizzata nell’anno 1000. I padri rosminiani sono gli inquilini che klo conservano gelosamente e in modo impeccabile, sgridando anche gli adolescenti che la sera tardi di posizionano ai suoi piedi. Con il camper, caravan o tenda potete soggiornare nell’Area Camping Bella Torino a Pianezza (TO)

Val d’Aosta Santuario di San Besso, Cogne (Ao): a dir vero siamo in Piemonte, ma in montagna non sempre i confini sono ben definiti. Vi suggerisco di lasciare il camper nell’area camper Lillaz a Cogne e di seguire l’itinerario(lo stesso che viene ripercorso ogni 10 agosto dai pellegrini e che parte dalla Val di CogneSecondo la tradizionesi dice che San Besso, precipitò dallo sperone roccioso morendo sotto gli occhi di tanti pastori invidiosi del suo gregge. E intorno a quella rupe è sorto il suo santuario. Il Santuario di San Besso sorge in Val Soana, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, ed è attaccato al Monte Fautenio,
Liguria: Chiesa di San Pietro, Portovenere (Sp)

Un grande scoglio che ospita una meraviglia in stile gotico-genovese. Questa è la chiesa di San Pietro a Portovenere (SP) che chiunque arrivi nella località ligure è la prima cosa che vede. Dal traghetto sembra una roccaforte austera, ma in realtà è un edificio religioso posto all’estremità del promontorio roccioso dell’abitato e può essere raggiunto con una passeggiata molto bella che porta ad una vista spettacolare sul Golfo dei Poeti. Vi consiglio di sostare al Time Break presso Marina di Carrara e poi con il traghetto dal mare, oppure parcheggiare il camper presso il Parcheggio località Cavo Portovenere Via Olivo 608 e poi attraverso la passeggiata.

Sicilia: Santuario di Santa Rosalia, Palermo.  Santa Rosalia è il patrono di Palermo e il santuario in suo onore è molto importante e a me ha lasciato senza parole. L’imponete facciata color giallo paglierino si incastona come una gemma nella roccia. Situata quasi in cima al Monte Pellegrino (445 mt) visto come sacro dai naviganti, vi si accede attraverso un atrio scoperto. Si accede dalla cavità grotta al suo cuore, dove sotto un baldacchino barocco si trova la sacra immagine della santa, scolpita dal fiorentino Gregorio Tedeschi. Con il camper potete sostare nel parcheggio in Via Ugo Perricone Engel, 9 Palermo.

Lombradia: Eremo di Santa Caterina del Sasso, Leggiuno (Va). Una parete rocciosa è lo strapiombo da cui si gode di una vista strepitosa sul Lago Maggiore.  e dove è stato costruito l’Eremo di Santa Caterina. Un’affascinante struttura perchè è il frutto di una singolare fusione di tre cappelle , un tempo distinte e create in epoche diverse.I cicli pittorici sono ben conservati e coprono un arco di tempo che va dal XIV al XIX secolo  Dall’Eremo si osserva il Golfo Borromeo, Stresa e le sue isole, ma la vera particolarità di questa chiesa è il modo come si accede: l’eremo è raggiungibile dal piazzale sovrastante dove si può arrivare in macchina per poi scendere una scalinata di 268 gradini, o con un ascensore nella roccia o dal lago, con una risalita di 80 scalini. Per sostare con il camper, anche di notte e gratuitamente, io vi suggerisco il parcheggio presso l’Eremo, a circa 200 metri dall’ascensore/scale che conducono all’Eremo. Trovate anche un grande parco giochi per i bimbi recintato e tavoli da pic-nic.

Alto Adige: Eremo di San Colombano, Trambileno (Tn). Appollaiato come un nido di rondine sulla roccia sospeso a circa 120 metri di altezza, trovate l’Eremo di San Colombano a Trambileno (TN). Secondo la leggenda San Colombano portò alla morte un drago che uccideva i bambini battezzati nelle acque del torrente che scorre sotto l’Eremo, il Leno.  Di questo scontro tra il santo e il drago, ovvero tra il bene e il male, non perdetevi gli affreschi originali che adornano la grotta e quello che c’è sull’altare maggiore e raffigura la Madonna e i santi. La data della sua fondazione, il 753, è incisa sulla pietra e segna l’inizio della sua storia, da scoprire percorrendo 102 gradini scavati nella parete. Dove sostare con il camper? Vi suggerisco A 3 km da Rovereto, sulla statale per Vicenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *