Satispay: il cellulare diventa il portafoglio

Satispay, l’app italiana trasforma il tuo cellulare in un portafoglio

Pagare attraverso lo smartphone, ma con una marcia in più rispetto ai tanto chiacchierati Apple Pay e Samsung Pay? Oggi si può con Satispay. Io l’ho provato negli ultimi due mesi in tutta Italia e ora è diventato il mio primo metodo di pagamento. Satispay, una realtà italiana, anzi per dar spazio al mio orgoglio sabaudo, vi dico che è nata dall’idea di tre Cuneesi: Alberto Dalmasso (CEO), Dario Brignone (IT & Organization) e Samuele Pinta (COO). Il sistema, invece di basarsi su carte di credito, bancomat e prepagate, sfrutta gli IBAN per tutti i pagamenti, che possono avvenire anche tra i singoli utenti. In questo modo si annullano le commissioni generalmente presenti nelle transazioni tramite carta (ma anche con i sopracitati servizi di Apple e Samsung) nei negozi e, di conseguenza, si spalancano le porte per i micropagamenti che possono coinvolgere una bottiglietta d’acqua o un semplice caffè: sotto i 10€ il commerciante non paga nessuna commissione, mentre sopra quella cifra si parla di 20 centesimi a transazione. Ma come si usa l’app? Basta scaricarla dallo store e registrarsi inserendo il proprio IBAN. Una volta fatto sarà sufficiente ricaricare il proprio conto Satispay della cifra desiderata (si può anche impostare una ricarica automatica ogni settimana) e pagare in uno dei negozi che accettano Satispay. Praticamente, ogni settimana hai a disposizione un credito che vedi sul cellulare e lo usi per pagare: al supermercato, in farmacia o al bar. Dall’App vedi la lista dei locali e attività che ci sono nelle vicinanze convenzionati. Ma non solo. Avete presente quando si fa cena con amici e al momento di pagare, il locale non accetta “conti separati” oppure si inizia a fare la raccolta e puntualmente manca qualcosa? Ecco con Satispay uno paga e gli altri attraverso i contatti di whatup registrati su Satispay, ti inviano la propria quota della cena. Io ve lo consiglio per semplificarvi la vita e quanto scommettete che tra qualche mese anche le Aree di Sosta e Campeggi potremmo pagarli con Satispay?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *